Conferenza Stampa

L’UICI Consiglio Regionale della Calabria e la IAPB Comitato Regionale della Calabria
Vi invitano alla
CONFERENZA STAMPA
“Progetto Per lo sviluppo di servizi in favore delle Persone cieche Pluriminorate” LEGGE REGIONALE 17/2019
Che si terrà presso la
Sala ORO “Cittadella” – Sede della Regione Calabria, Catanzaro, alle ore 12.00 del 15 novembre 2019.
Interverranno

Mario Oliverio – Presidente Regione Calabria
Pietro Testa – Presidente Consiglio Regionale UICI della Calabria
Luciana Loprete – Presidente Comitato Regionale IAPB Calabria
Angela Robbe – Assessore al Welfare Regione Calabria
Michelangelo Mirabello – Presidente Terza Commissione – Regione Calabria
Annunziato Antonino Denisi – Consulente Legale UICI Calabria
Comitati Territoriali IAPB e Direttivi Territoriali UICI della Calabria

Modera Fabrizia Arcuri Communications Manager

Locandina

Locandina

Posted in News | Leave a comment

IL CANE GUIDA, ALFIERE DI MODERNITÀ, COMPAGNO NEL QUOTIDIANO
Emozioni e contenuti di alto livello al convegno, patrocinato dal Consiglio regionale UICI della Calabria e organizzato dalla Sezione Territoriale UICI di Reggio Calabria, presieduta dal dottor Paolo Marcianò, tenutosi ieri, 16 ottobre, Giornata nazionale del cane guida, nella mattinata della città calabra antistante lo Stretto, all’interno dell’Aula Magna dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri”, il cui svolgimento ha offerto un vivido racconto esperienziale, scientifico e normativo su quello che è l’anelito più impegnativo, e nel contempo, più toccante, per chi non ha la possibilità di cogliere con gli occhi l’esteriorità della realtà mondana: vivere pienamente e autonomamente il grande romanzo dell’esistenza.
IL CANE GUIDA, ALFIERE DI MODERNITÀ, COMPAGNO NEL QUOTIDIANO
di Pierfrancesco Greco
Da Reggio Calabria
Una bella giornata di sensibilizzazione, celebrata con un simposio nobilitato da ospiti illustri e autorevoli relatori, i quali hanno efficacemente delineato la centralità di un ausilio, qual è il cane guida, che, per i non vedenti, assurge a indefettibile caposaldo del vivere quotidiano, non solo perché è l’occhio sul mondo per la persona che a lui si affida, che a lui affida la propria possibilità di muoversi, di camminare, di vivere lo spazio circostante, con le opportunità, con le emozioni in esso alberganti, ma anche per il suo essere amico fedele in ogni momento, fugando ogni possibile accenno di solitudine: il convegno, dal tema “Cane guida: Amico… Compagno per la Vita!”, organizzato dalla Sezione Territoriale UICI di Reggio Calabria, presieduta dal dottor Paolo Marcianò, e tenutosi ieri, 16 ottobre, Giornata nazionale del cane guida, nella mattinata della città calabra antistante lo Stretto, all’interno dell’Aula Magna dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri”, ha offerto un vivido racconto esperienziale, scientifico e normativo su quello che è l’anelito più impegnativo, e nel contempo, più toccante, per chi non ha la possibilità di cogliere con gli occhi l’esteriorità della realtà mondana: vivere pienamente e autonomamente il grande romanzo dell’esistenza. Un racconto enucleatosi attraverso articolati contributi e circostanziate relazioni, che hanno accompagnato la celebrazione di ieri, patrocinata dal Consiglio regionale UICI della Calabria, presente col suo massimo dirigente, Pietro Testa, e con Luciana Loprete, vicepresidente regionale, nonché presidente della Sezione Territoriale di Catanzaro, e ospitata dal summenzionato ateneo reggino, da un’istituzione che, essendo aperta alle culture, alle sensibilità, alle provenienze esogene, è “un presidio d’integrazione”, adoperando le parole del rettore, professor Salvatore Berlingò, il quale non ha fatto mancare il proprio saluto ai convegnisti, la cui appassionata partecipazione al meeting, moderato dalla dottoressa Francesca Barranca, Consigliere UICI della Sezione Territoriale di Reggio Calabria, ha reso speciale la giornata, che ha registrato anche la partecipazione dei componenti il Consiglio territoriale UICI reggino, tra cui la vicepresidente Francesca Marino, il presidente onorario Fortunato Pirrotta e i consiglieri Salvatore Parisi e Franco Barillà, del Consigliere regionale UICI Armando Paviglianiti, e, in rappresentanza della Polizia di Stato, del Vice Questore di Reggio Calabria, dottor Luciano Rindone. “Una giornata che – come spiegato dalla dottoressa Annamaria Palummo, Consigliere nazionale dell’UICI – ha un significato particolare, contestualmente alla quale, il presente simposio ha una valenza peculiare, introdotta dal tema: Il cane guida… Amico… Compagno per la Vita. Già, in esso, c’è tutto: il cane guida è veramente un compagno di vita per coloro ai quali gli occhi non regalano la luce. Il tema pone in evidenza, e in ciò sta la peculiarità del taglio impresso al convegno, un elemento ovvio, per noi addetti ai lavori, ma purtroppo socialmente trascurato, ovvero il carattere, la funzione totalizzante, che, nell’universo esistenziale del non vedente, assume il cane guida. Ma andiamo per ordine. Il cane guida, per la persona non vedente, è un ausilio insostituibile; un ausilio, che, purtroppo, in Calabria, rispetto a tutte le altre Regioni, si utilizza poco. Questo perché, paradossalmente, il cane può giungere a costituire un ostacolo, venendo spesso non accettato nei meandri del consesso sociale, in barba alle leggi esistenti al riguardo, le quali permettono l’accesso in tutti gli esercizi pubblici, nelle strutture, sui mezzi di trasporto” come evidenziato, durante i lavori, anche dall’avvocato Annunziato Denisi, consulente legale dell’UICI, il quale, partendo dall’illustrazione della legge n. 37 del 1974, che, per l’appunto, consente l’accesso del cane guida sui mezzi e nei luoghi aperti al pubblico, ha accuratamente argomentato in merito alla normativa internazionale che prevede questa possibilità, nonché relativamente alle detrazioni fiscali sui costi di mantenimento e sull’acquisto del cane guida, soffermandosi, inoltre, su uno specifico disegno di legge regionale, presentato dal Consiglio regionale UICI della Calabria, e sul dovere della persona che si avvale del cane guida di accudire al meglio il proprio amico a quattro zampe. Insomma, l’impianto normativo esiste, ed è pure esaustivo, in merito al cane guida e alla questione della sua accessibilità. Eppure quest’accessibilità non sempre assume fattualità, scontrandosi con assurde barriere mentali; le barriere che inducono a rifiutare il cane e, con esso, la persona, determinando un’esecrabile forma di discriminazione, figlia di una cultura bloccata, chiusa, gretta, foriera di un anacronismo valoriale, di fronte a cui occorre tenere la guardia alta, promuovendo ogni misura, ogni azione possibile finalizzata a relegare tra i refusi del passato, stavolta definitivamente, quella superficialità, quell’indifferenza, quel pregiudizio, tutti quei disvalori marginalizzanti i ciechi e gli ipovedenti, e la disabilità nel suo complesso. “In questo senso – ha affermato la dottoressa Palummo –, il cane guida è un alfiere di modernità, relativamente a cui l’UICI lavora costantemente, al fine di rendere il più possibile sostenibile, per chi lo sceglie come aiuto quotidiano, la sua adozione, il suo mantenimento e la sua cura; un alfiere di modernità che è un amico fedele per i non vedenti, un amico che è facile ottenere e attraverso il quale è facile appropriarsi di una gratificante autonomia, della dolcezza contrassegnante la libertà, insostituibile compagna della dignità, della felicità, della realizzazione di ogni essere umano. Sì, siamo arrivati al punto: il cane guida, per il non vedente, è libertà; in questo senso, il cane guida è realmente un compagno per la vita, la luce in grado di scaldare la gioia, di schiarire le difficoltà, di dare colore al grigiore che, altrimenti, egemonizzerebbe i nostri momenti. Un compagno per la vita, la cui adozione deve trovare maggior diffusione, essendo, essa, una delle strade principali da percorrere verso l’obiettivo di una sempre maggiore integrazione, sociale e professionale dei non vedenti, che, poi, è l’obiettivo a cui la nostra attività, come UICI, è, da quasi cento anni, votata. Un’attività che, del resto, ha nella promozione dell’adozione del cane guida una precipua direttrice e afferentemente a cui è, naturalmente, indispensabile un lavoro collettivo, veicolante instancabilmente un messaggio: l’handicap visivo è quello che creiamo noi, nel momento in cui ci relazioniamo con gli altri; il limite sensoriale, invece, è un limite che può essere superato attraverso diversi ausili, tra i quali un posto distinto è occupato dal cane guida”. Un ausilio eccezionalmente efficiente, che, tuttavia, a volte, suscita timore, diffidenza, dubbi; stati d’animo, questi, totalmente ingiustificati, cagionati dalla non conoscenza, quindi, da un nostro limite, da un ostacolo eretto dalla nostra mente, nella nostra mente, come asserito dalla dottoressa Lavinia Garufi, rappresentante del centro tiflodidattico della Calabria. Un ostacolo da abbattere con la documentazione, con l’informazione, con la presa di coscienza sulle peculiarità di questi cani, il cui addestramento viene curato in strutture di eccellenza, come quelle di Messina, ove è attivo il rinomato Centro Helen Keller, e di Firenze; vere e proprie scuole, dove – ha spiegato l’avvocato Denisi – gli amici a quattro zampe vengono preparati, da personale altamente qualificato, a vivere con la persona non vedente ogni momento della giornata, in un legame molto stretto, assicurando un’adeguata autonomia di movimento e restando, in ogni circostanza, sicuri punti di riferimento; questo, attraverso metodiche volte a rendere questi cani tranquilli, calmi, pronti ad adempiere il compito delicato che viene loro demandato. Essi non solo guide: sono compagni di svago e di lavoro, sono aiuto continuo, sono una presenza rasserenante, una figura, sì, una figura per nulla aggressiva, per nessuno aggressiva, come emerso dalla testimonianza del Signor Antonino Rosace, referente della commissione regionale cani guida dell’UICI, che ha “raccontato” la perfetta simbiosi instauratasi col suo cane Whisky. “Il cane guida – ha concluso la dottoressa Palummo – è, dunque, una figura da rispettare, da accogliere, tenendo sempre presente che accogliendo il cane si accoglie, si accetta e si aiuta la persona non vedente; accogliendo il cane guida si contribuisce a destrutturare ogni paradigma pregiudiziale verso ciò che non si conosce; accogliendo il cane guida si cresce eticamente e si fa crescere il senso morale di una società. Ecco perché noi teniamo a questa giornata di sensibilizzazione: perché vogliamo che si veicoli un messaggio positivo di cultura di accesso, di cultura che include, di cultura confutante ogni forma di discriminazione, di cultura donante linfa ai nobili valori dell’uguaglianza, della libertà, dell’amore”. Quei valori che danno linfa alla nostra esistenza di sorelle e fratelli accomunati dal desiderio di vivere intensamente i tempi della nostra vita, del nostro dono più bello.
Pierfrancesco Greco

Convegno cane guida Reggio Calabria - 16 ottobre 2019 - Interventi - . Foto di Pf Greco

Convegno cane guida Reggio Calabria – 16 ottobre 2019 – Interventi – . Foto di Pf Greco

Convegno cane guida Reggio Calabria - 16 ottobre 2019 - Partecipanti - . Foto di Pf Greco

Convegno cane guida Reggio Calabria – 16 ottobre 2019 – Partecipanti – . Foto di Pf Greco

Convegno cane guida Reggio Calabria - 16 ottobre 2019 . Foto di Pf Greco

Convegno cane guida Reggio Calabria – 16 ottobre 2019 . Foto di Pf Greco

Posted in News | Leave a comment

“Cane guida: Amico… Compagno per la Vita!”

L’iniziativa, dal tema “Cane guida: Amico… Compagno per la Vita!”, organizzata dalla Sezione Territoriale UICI del capoluogo calabrese, si svolgerà mercoledì 16 ottobre nel proscenio dell’Aula Magna dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri”.

Giornata nazionale del cane Guida, a Reggio Calabria un convegno su integrazione, accoglienza e diritti

da Reggio Calabria

Una giornata di sensibilizzazione e divulgazione, per porre sotto la doverosa luce quegli straordinari amici a quattro zampe, i quali sono, in maniera effettiva, gli occhi delle persone che non vedono: come ogni anno, dal 2006, allorché fu istituita, il 16 ottobre si celebra la Giornata nazionale del cane guida, ricorrenza voluta dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti anche al fine di tenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni sui diritti di libertà, autonomia e mobilità delle persone non vedenti e ipovedenti.
Tanti saranno gli eventi promossi dall’UICI, che daranno il giusto risalto a tale Giornata, giunta alla XIV edizione; eventi che si svolgeranno su tutto il territorio nazionale e fra i quali, certamente, spicca il convegno, dal tema “Cane guida: Amico… Compagno per la Vita!”, organizzato dalla Sezione Territoriale UICI di Reggio Calabria, presieduta dal dottor Paolo Marcianò, in programma, ovviamente il prossimo mercoledì, a partire dalle ore 9.30, nel proscenio dell’Aula Magna dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria. Il programma del simposio, patrocinato dal Consiglio Regionale UICI della Calabria e moderato dalla dottoressa Francesca Barranca, Consigliere della Sezione Territoriale UICI reggina, prevede partecipazioni autorevoli, quali, oltre al già citato dottor Marcianò, il professor Salvatore Berlingò, Rettore dell’Università “Dante Alighieri”, il dottor Mario Barbuto, Presidente nazionale UICI, la dottoressa Annamaria Palummo, Consigliere Nazionale UICI, il signor Pietro Testa, Presidente regionale UICI Calabria, i cui interventi faranno da prologo alle relazioni, che saranno esposte dalla dottoressa Linda Ligname, Presidente della Scuola cani guida “Hellen Keller” di Messina, la quale parlerà di “Formazione e gestione del cane guida per le attività di autonomia e mobilità”, dall’avvocato Annunziato Denisi, consulente legale dell’UICI, che argomenterà sulla “Normativa nazionale e regionale sul cane guida”, dal signor Antonino Rosace, referente della commissione regionale cani guida UICI, che racconterà la sua esperienza con un cane guida, e da alcuni rappresentanti di categoria di commercianti e artigiani, i quali affronteranno la questione inerente all’attuazione delle “norme di accoglienza dei cani guida presso negozi, trasporti e attività produttive”. Un simposio che si annuncia copioso di contenuti e oltremodo significativo, in ordine alla promozione di una concreta cultura dell’integrazione, dell’ospitalità, della parità di diritti e opportunità.
Pierfrancesco Greco

Locandina

Locandina

Posted in News | Leave a comment